La Storia di Nonno e Nonna

La Storia di Nonno e Nonna

I motivi per cui ho deciso di voler diventare una wedding planner sono innumerevoli.
Al primo, sicuramente risiede il fatto che io credo fermamente nell’amore.
Di ogni tipo: fraterno, amicale, matrimoniale, per gli animali, per la natura, per se stessi.
La mia cara nonna spesso mi raccontava la romantica storia d’amore tra lei e mio nonno, e ancora oggi a ripensarci inondo le guance di lacrime.
La voglio condividere con voi, perchè penso che l’amore non sia mai abbastanza, e soprattutto penso che possa donare speranza a chi non ha mai avuto o chi non ha più fiducia in questo sentimento.

Mia nonna Anna era un’insegnante. Quattro sorelle e un fratello, e un padre vedovo, oltre che la seconda guerra mondiale, l’avevano resa una donna forte, indipendente, capace di prendere le sue decisioni.
Quando conobbe mio nonno era ancora molto giovane, e se ne innamorò subito.
Mio nonno Luigi, un carabiniere semplice, purtroppo l’ho conosciuto poco, un infarto se lo portò via quando avevo 6 anni. Un uomo molto affascinante, bello, intrigante; più giovane di mia nonna. Le donne cadevano ai suoi piedi. Ma lui si innamorò di mia nonna Anna. E non ci fu nulla da fare: era lei che voleva e nessun’ altra.

C’era solo un “piccolo” ostacolo da superare: il padre di mia nonna, ovvero il mio bisnonno. Io non l’ho mai conosciuto, ma dalle descrizioni l’ho sempre compreso come un uomo tutto d’un pezzo, di buona famiglia, benestante, il quale avendo quattro figlie femmine, voleva essere sicuro che non finissero per sposarsi con uomini “buoni a poco”, falliti, o che avrebbero fatto soffrir loro la fame.

Quindi potrete ben immaginarvi la reazione del mio bisnonno quando Luigi andò a chiedergli la mano di Anna: “E che mestiere fai?” “E come pensi di far campare mia figlia con lo stipendio di un carabiniere semplice?” “Non hai nemmeno un grado” E infine, per schernirlo “Torna quando sarai maresciallo, vai vai…!”

Mai si sarebbe aspettato che avrebbe preso quello scherzo sul serio!
Mio nonno partì, si arruolò, voleva diventare maresciallo. E per dieci lunghi anni, fu lontano da casa, girò l’Italia in lungo e in largo per diventare un maresciallo dei Carabinieri e per poter sposare mia nonna.
Durante tutto questo tempo, i due si tenevano in contatto mandandosi lettere ogni settimana, e poiché il mio bisnonno non voleva che si sentissero, mia nonna fu costretta ad accordarsi con la vicina di casa per farle recapitare lì. Quando tornava a casa da scuola, passava dalla vicina a ritirare la posta…
Nel frattempo, il mio bisnonno presentava a mia nonna Anna ogni sorta di uomo benestante del paese di sua conoscenza: medici, avvocati, uomini dell’arma, commercianti…
Ma mia nonna rifiutava sempre. Lei stava aspettando Il Grande Amore, quello con la “A” maiuscola, quello che fa battere i cuori, che ti toglie il fiato, che ti fa pensare di fare dei figli, quello per cui ti trasferiresti anche in una palude a vivere poiché non importa dove sei ma CON CHI.

E fu così che, dopo dieci lunghi anni di attesa, mio nonno diventò maresciallo, corse a casa dalla mia nonna, bussò alla porta tutto vestito con l’uniforme e i suoi gradi appuntati al petto, e con un grande orgoglio chiese nuovamente al mio bisnonno la mano di Anna.
Il poveretto fu obbligato a consegnargli la sua figliola, in quanto aveva capito che se quell’uomo era stato disposto a fare questo per lei, allora poteva essere quello giusto. (e poi ormai il grado ce l’aveva, e la vita di agi era assicurata).

E così i due si sposarono e diedero inizio a una meravigliosa vita insieme. Ebbero tre figlie. Mio nonno purtroppo ci lasciò presto, mia nonna invece è venuta a mancare nel 2015, ma ha conosciuto tutti e 5 i suoi nipoti. Prima di spirare, nel secondo prima, ha urlato il nome di mio nonno. Il grande amore della sua vita se l’è venuta a riprendere, mi dico sempre io.

Mi mancano come l’aria, ma sento che sono insieme e ci proteggono.

Ora, quando uno assiste a un amore così forte, così grande e così vero, non può che innamorarsi dell’idea dell’amore, e cercare di intraprendere una carriera dove l’amore fa da padrone!

E voi? Qual è la vostra storia? Se state cercando la wedding planner adatta a voi, visitate la pagina servizi del mio sito per saperne di più!